IL VIAGGIO. SCHIGNANO

senza commenti


La Val d’Intelvi è una moderna arcadia sospesa sul lago di Como, una via di mezzo tra collina e montagna. Non ci sono le fabbriche, non c’è il turismo di massa, ma ci sono asini e sentieri, molti boschi che invadono i campi terrazzati e le borgate e i paesi sbriciolati sui due versanti. In primavera la valle è tutta verde; solo molto in alto le chiazze di neve ricordano la montagna. Al visitatore sembra un posto calmo, senza entusiasmi accesi. È difficile immaginare la povertà di un tempo e l’epopea degli emigranti.

Fino a pochi decenni fa gli uomini d’Intelvi erano costretti ad andare via. La valle restava in mano alle donne che curavano i campi, le case e la comunità. Gli uomini erano muratori, e siccome d’inverno la calce gela e non si può costruire, allora tornavano a casa e facevano carnevale. Quando finiva il carnevale era un giorno triste, perché gli uomini dovevano ripartire. La generazione del secondo dopoguerra è stata la prima che ha potuto permettersi di tornare a casa ogni sera dell’anno, in famiglia.

Ogni anno in Val d’Intelvi gli uomini recitano ancora il carnevale degli emigranti. I figuranti portano le maschere di legno di noce lavorate dagli scultori locali, le esibiscono nei cortei per non farsi riconoscere. Gli attori sono tutti dei ritornati, chi dalla Svizzera chi da altre contrade, ma hanno due facce e due maschere: i belli con il viso tondo e i baffi curati, i brutti con il nasone e i denti storti. I belli sono gli uomini che hanno fatto fortuna all’estero, i brutti i paesani che l’hanno dissipata.

Ho incontrato due scultori di maschere di noce: Battista Peruzzi detto “Lienda”, che è la memoria storica di Schignano, e Luca Passini che è l’artista più bravo della valle. Sono due uomini appassionati e tranquilli, che raccontano volentieri ma non cercano la pubblicità. In loro non ho colto il mito del passato, piuttosto la voglia di far bene per dimostrarsi all’altezza di un mestiere antico. Battista e Luca sono artigiani, non sacerdoti della tradizione.

ENRICO CAMANNI

 
VIDEO



Riprese e montaggio: Elisa Piria



IMMAGINI

argonauti-viaggio-schigano-2316argonauti-viaggio-schigano-2287argonauti-viaggio-schigano-2320argonauti-viaggio-schigano-2301argonauti-viaggio-schigano-2417argonauti-viaggio-schigano-luca_passini-0075
argonauti-viaggio-schigano-2416argonauti-viaggio-schigano-2435argonauti-viaggio-schigano-2440

Il viaggio. Schignano, a set on Flickr.

Fotografie: Diego Ronzio

 

 

 

Posted from Drezzo, Lombardia, Italy.

Written by echiadm

May 6th, 2012 at 12:10 pm

Posted in Argonauti,Viaggio

Lascia un commento